Realizzare oggetti di design in cemento

Porta oggetti in cemento
Porta oggetti Gaudi

Creazioni di design in cemento alla portata di tutti

Cemento a presa rapida

Ultimamente ho voluto sperimentare la creazione di oggetti d’uso comune, per l’ufficio e per la casa, con l’utilizzo del cemento a presa rapida, seguendo alcuni tutorial visionati per caso su YouTube. Nella fattispecie, l’opera prima alla quale spero seguiranno numerose creazioni è stata un porta oggetti/svuota tasche di piccole dimensioni.

Ma prima di iniziare più di una premessa è d’obbligo per chi si voglia cimentare (“cementare” ?) in questo hobby alternativo:

  1.  È necessario munirsi di abbigliamento idoneo e opportuni spazi lavorativi: il cemento infatti crea residui di polvere e impasto fresco difficili da rimuovere se non si agisce in fretta;
  2.  Il cemento a presa rapida è veramente a presa “rapida”, ovvero indurisce in 30 secondi (il mio prodotto era marca Knauf) e se l’impasto non è ben calibrato si rischia di dover buttare tutto (e non è economico visto il costo elevato della materia prima).

A questo punto, cosa occorre per ottenere un discreto risultato? 

  • Naturalmente l’idea è quello che da il “la” ad ogni iniziativa creativa, per cui, traete ispirazione da oggetti realizzati da altri seguendo guide e tutorial online. Una volta acquisita dimestichezza con la tecnica, potrete sperimentare secondo i vostri gusti.
  • Cemento, acqua e stampi sono sufficienti per ottenere l’oggetto nella sua tridimensionalità (meglio se in plastica, per consentire il facile “scasseramento” del cemento indurito.
  • Colori acrilici se volte ottenere oggetti colorati ed il vostro oggetto non si limita ad una forma, ma ha anche una texture.
  • Infine utensili per l’impasto. Consiglio recipienti usa e getta in plastica, come una bottiglia tagliata o un vecchio pallone tagliato a metà, che consente la rapida rimozione dei residui con la semplice manipolazione per una facile riutilizzo. Utile anche un trapano con la punta frastagliata per mescolare senza grumi il cemento).

Detto ciò, spiegare la tecnica realizzativa è questione di pratica, tentativi andati male e caparbia, perchè non ci resta altro che colare il nostro bell’impasto all’interno di un recipiente dalla forma accattivante, inserire elementi per creare vuoti o decalcomanie ed il gioco è fatto.

Il tempo di asciugatura e completo ritiro del cemento a presa rapida è di circa 24 ore, dopo di che sarà possibile applicare pittura a base acrilica per rifinire il tutto.

targa cemento acrilico

Infine un piccolo trucchetto:

Il cemento a presa rapida velocizza i tempi d’indurimento nei mesi estivi e questo può creare grandi problemi e sprechi di materia, si consiglia quindi di utilizzare acqua da frigorifero per rallentare tale processo.

Diluire l’impasto aggiungendo più acqua del dovuto può sembrare apparentemente una buona idea, ma al contrario porta all’ottenimento di un impasto friabile, che si sgretola con la semplice pressione delle mani.

Quindi, per non sbagliare, seguite sempre le giuste proporzioni cemento-acqua riportate dal produttore per ottenere risultati a regola d’arte.

Danilo Rinaldi

Architetto professionista e pittore dilettante.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *